Monitoraggio innovativo dei torrenti di montagna

Relazione tra persone - montagna - tecnologia

Nelle Alpi, la protezione dai torrenti di montagna ha un ruolo di particolare importanza nella gestione dei pericoli naturali. Anche in Alto Adige la regolazione dei corsi d’acqua ha una lunga tradizione: il più antico muro arginale in Alto Adige, costruito lungo il Talvera a Bolzano, risale al 1239. Da allora, si è fatto molto per la protezione dai torrenti di montagna: oltre alle moderne sistemazioni, il monitoraggio professionale e continuo dei torrenti di montagna è oggi un elemento estremamente importante.
Il monitoraggio classico dei torrenti di montagna per lungo tempo ha riguardato la misurazione del livello dell’acqua e della portata al fine di adottare misure a partire da questi dati. Negli ultimi anni, si è diventati sempre più consapevoli dell’importanza anche dell’osservazione del materiale solido trasportato dai torrenti, tra le altre cose, anche per poter valutare meglio gli effetti del cambiamento climatico sui corsi d'acqua locali.

 

Good Practice: Aquased sul rio Solda

Il rio Solda, lungo oltre 21 chilometri, è un affluente dell’Adige. Sotto Prato, il ruscello sfocia nel secondo fiume più lungo d’Italia. Il rio Solda raccoglie le acque da una superficie di 161 km² e in quanto torrente glaciale presenta un trasporto solido molto alto. Il progetto Aquased nasce nel 2012 su iniziativa delle aziende CISMA srl e Mountain-eering srl del TIS Innovation Park di Bolzano e coinvolge l'Università di Trento e la Libera Università di Bolzano. Uno degli obiettivi era la realizzazione di una stazione idrometrica lungo il rio Solda. La particolarità di questo progetto: la stazione non misura solo il livello dell’acqua e la portata, ma anche il flusso di trasporto dei sedimenti e i materiali liquidi.

Il know-how alla base del progetto
L’obiettivo del progetto Aquased è di introdurre strumenti innovativi nel monitoraggio idrometrico tradizionale. Al centro dell’attenzione, oltre alla soluzione tecnica, vi sono anche gli effetti dei cambiamenti climatici sul trasporto solido nei ruscelli di montagna. I risultati possono essere sfruttati, tra l’altro, per la creazione di modelli per le misure da adottare.
La tecnologia
Per questo progetto è stata installata una stazione idrometrica lungo il rio Solda. La stazione misura il livello dell’acqua, la portata e il flusso di trasporto dei sedimenti. A tale scopo, sono state installate sul fondo del torrente alcune apposite piastre metalliche. Sotto ogni piastra è installato un geofono, un sensore di misura della velocità di vibrazione della piastra. Qui vengono analizzate le vibrazioni e il relativo suono. In questo modo gli esperti possono stimare quanto materiale solido viene trasportato dal torrente.
Link: www.aquased.net

Gli esperti della nostra rete:

  • CISMA
  • Mountain-eering
  • Libera Università di Bolzano
  • Università di Trento
  • Provincia Autonoma di Bolzano - Agenzia per la Protezione civile - Centro funzionale provinciale

Il progetto innoalptec (FESR1060) è finanziato dall'Unione Europea e del Fondo europeo di sviluppo regionale